Sconzajuocu

Sconzajuocu

Campo sperimentale di ricerca e pratiche artistiche

a cura di Ulissi, Routes Agency
23 - 31 luglio 2017


Al centro del campo vi è il gioco, inteso come metodo, pratica e tema aperto, attraversabile trasversalmente per incontrare questioni sociali e culturali.
Nel legame con le pratiche artistiche contemporanee il gioco è visto come dispositivo di scoperta e ripensamento dello spazio pubblico, come strumento relazionale e comunitario che disvela e lascia emergere le dinamiche di potere.
È giocando che sin da bambini si sperimentano i ruoli, le norme, le regole e il loro sovvertimento attraverso la negoziazione con l’altro.
Durante il campo, la maggior parte delle attività saranno pensate e proposte in forma di gioco, per esplorarne la componente educativa non gerarchica e circolare.
I momenti laboratoriali, guidati da un artista visivo, saranno integrati ad approfondimenti con esperti sulle ricadute sociali del gioco e sulle implicazioni reali e simboliche con le mafie, tra le quali il gioco d’azzardo.


I partecipanti, dopo una prima fase di ricerca e relazione col territorio, progetteranno e realizzeranno collettivamente un gioco, che sarà presentato in un evento pubblico finale.


A chi è rivolto: a tutti coloro che vogliono approfondire i temi del campo e sono interessati a sperimentare un approccio creativo all'antimafia sociale.
Questo campo sperimentale, si inserisce tra le attività del Progetto Ulissi del collettivo curatoriale
Routes Agency, che indaga le forme di costruzione degli immaginari mafiosi e il modo in cui tali immaginari si inseriscono nelle culture contemporanee.

Dove: Marina di Cinisi, in un luogo alberato e fresco a 300 metri dal mare.
Fiori di campo è un bene confiscato alla famiglia Piazza, nella maxi-confisca alla mafia del 1993.
Dal 2012 il bene è gestito dalla Cooperativa Libera-Mente ed è stato ripristinato con l’aiuto  di tantissimi volontari attraverso i campi estivi.
Oggi Fiori di Campo è un patrimonio comune aperto a tutti, strappato alla criminalità organizzata.

Come: L'unica condizione è adattarti alla vita di campo in autogestione.
Il gruppo sarà costituito da max 30 partecipanti che saranno selezionati tramite invio di una lettera motivazionale. Scadenza iscrizioni: 30 giugno 2017
Il contributo di partecipazione a persona è di € 250,00 e serve a garantirti vitto, alloggio, servizi, assicurazione, formazione specifica con professionisti di settore e operatori h 24, materiali e attrezzature, uso delle biciclette per gli spostamenti territoriali.
Le spese di trasporto e trasferte sono a tuo carico.

Qui trovi il Modulo di preiscrizione online, ti risponderemo in breve tempo!


Altre info: La cucina è gestita insieme ai referenti del campo.
L'alimentazione prevista è pensata anche per vegetariani, vegani e per coloro che hanno intolleranze, previa segnalazione.
Alloggio: Farai vita comune, dormendo sul posto, a Fiori di campo, in stanze con più letti.
Il campo è attrezzato per ospitare disabili (informaci nella mail).
Porta con te lenzuola (o sacco a pelo), federa del cuscino, cappellino, scarpe da trekking, costume e telo da mare, crema protettiva e quanto ti è necessario.


Come arrivare: Google Maps
Treno: Stazione Piraineto (Villagrazia di Carini), circa 2 km.
Aereo: Dall'aeroporto Falcone Borsellino, circa 4 km.
Auto: Autostrada A29 (PA-TP), uscita Villagrazia di Carini, indicazione Torre Pozzillo (mare).
Se vieni in auto puoi parcheggiare nel viale alberato.
Consiglio: Arriva nei pressi di Fiori di campo, cioè all'aeroporto Falcone Borsellino o alla stazione Piraineto di Palermo, poi chiamaci che verremo a prenderti.


I posti sono limitati e vi sono molte richieste, prenota ora!

Compila il Modulo di preiscrizione on line 

A breve chiuderemo le iscrizioni! 


Vai qui per ritornare alla pagina dei Campus 2017 

Nessun commento ancora

Lascia un commento